Puoi sostenere Radio Mater tramite il 5 per mille o un'offerta volontaria.

La buona giornata

La Mamma!

 

Il Vangelo del giorno a cura di don Vittorio Marelli

don Vittorio Marelli, sacerdote della Parrocchia dell’Annunciazione a Milano Affori:

Riflessioni al Vangelo del giorno secondo la liturgia ambrosiana

 

 

 

Giovedì 23/11/2017

Vangelo - (Mt 12,33-37)

Il Signore Gesù diceva ai farisei: «Prendete un albero buono, anche il suo frutto sarà buono. Prendete un albero cattivo, anche il suo frutto sarà cattivo: dal frutto infatti si conosce l’albero. Razza di vipere, come potete dire cose buone, voi che siete cattivi? La bocca infatti esprime ciò che dal cuore sovrabbonda. L’uomo buono dal suo buon tesoro trae fuori cose buone, mentre l’uomo cattivo dal suo cattivo tesoro trae fuori cose cattive. Ma io vi dico: di ogni parola vana che gli uomini diranno, dovranno rendere conto nel giorno del giudizio; infatti in base alle tue parole sarai giustificato e in base alle tue parole sarai condannato».

Riflessioni

“Di ogni parola vana che gli uomini diranno, dovranno rendere conto nel giorno del giudizio”.

Di fronte a queste parole di Gesù mi viene da esclamare come Pietro: “E chi si potrà salvare allora?”.

Quante volte, infatti, il nostro parlare è vano!

Se l’Avvento è il tempo dove vigilare, ecco che un bel esercizio è quello di vigilare su cosa diciamo e su dove alimentiamo il nostro parlare. Se lo alimentiamo solo guardando la televisione o leggendo solo le notizie di gossip, i temi e gli argomenti e lo stile del nostro comunicare avranno la stessa impronta.

Se invece coltiviamo anche una certa essenzialità e scelta in ciò che leggiamo o guardiamo, ecco che dal nostro cuore – nutrito di cose buone – usciranno parole d’amore, di consolazione, di speranza.

Vieni Signore Gesù! Vieni e donami la capacità in questa giornata di saper – con le mie parole – bene-dire

e non male-dire.

Puoi sostenere Radio Mater tramite il 5 per mille o un'offerta volontaria.