La buona giornata

La Mamma!

Il Vangelo del giorno a cura di don Vittorio Marelli

don Vittorio Marelli, sacerdote della Parrocchia dell’Annunciazione a Milano Affori:

Riflessioni al Vangelo del giorno secondo la liturgia ambrosiana

 
 
 

Venerdì 15/01/2021

 

Vangelo - (Mc 2,13-14.23-28)

Il Signore Gesù uscì lungo il mare; tutta la folla veniva a lui ed egli insegnava loro. Passando, vide Levi, il figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì.

Avvenne che di sabato Gesù passava fra campi di grano e i suoi discepoli, mentre camminavano, si misero a cogliere le spighe. I farisei gli dicevano: «Guarda! Perché fanno in giorno di sabato quello che non è lecito?». Ed egli rispose loro: «Non avete mai letto quello che fece Davide quando si trovò nel bisogno e lui e i suoi compagni ebbero fame? Sotto il sommo sacerdote Abiatàr, entrò nella casa di Dio e mangiò i pani dell’offerta, che non è lecito mangiare se non ai sacerdoti, e ne diede anche ai suoi compagni!». E diceva loro: «Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell’uomo è signore anche del sabato».

Riflessioni

Ci risiamo.

Dopo indemoniati, lebbrosi, peccatori, Gesù si prende cura, addirittura chiamandolo a far parte dei suoi apostoli, un pubblicano cioè un peccatore pubblico perché collaboratore degli odiati romani.

Ma perché Gesù agisce così, contro ogni logica?

Questo testo del biblista don Bruno Maggioni mi sembra illuminante:

“Gesù ha portato con sé un capovolgimento che è motivo di fede per alcuni e scandalo per altri. Tutte le religioni dicono che l’uomo deve essere pronto a dare la vita per Dio ma il Vangelo racconta anzitutto di un Figlio di Dio che dà la vita per l’uomo. Il movimento è dunque capovolto. Non sono i discepoli che hanno lavato i piedi al Signore, questo sarebbe ovvio. Ma è il Signore che ha lavato i piedi ai discepoli, e questo è del tutto sorprendente. Il capovolgimento impegna il credente a capovolgere il suo modo di pensare Dio e la sua gloria”.

E io sono disposto a cambiare il mio modo di pensare Dio e a lasciarmi “capovolgere” dalla buona notizia portata da Gesù?