Puoi sostenere Radio Mater tramite il 5 per mille o un'offerta volontaria.

La buona giornata

La Mamma!

 

Il Vangelo del giorno a cura di don Vittorio Marelli

don Vittorio Marelli, sacerdote della Parrocchia dell’Annunciazione a Milano Affori:

Riflessioni al Vangelo del giorno secondo la liturgia ambrosiana

 

 

 

Martedì 24/04/2018

Vangelo - (Gv 6,60-69)

Molti dei discepoli del Signore Gesù, dopo aver ascoltato, dissero: «Questa parola è dura! Chi può ascoltarla?». Gesù, sapendo dentro di sé che i suoi discepoli mormoravano riguardo a questo, disse loro: «Questo vi scandalizza? E se vedeste il Figlio dell’uomo salire là dov’era prima? È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono spirito e sono vita. Ma tra voi vi sono alcuni che non credono». Gesù infatti sapeva fin da principio chi erano quelli che non credevano e chi era colui che lo avrebbe tradito. E diceva: «Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre».

Da quel momento molti dei suoi discepoli tornarono indietro e non andavano più con lui. Disse allora Gesù ai Dodici: «Volete andarvene anche voi?». Gli rispose Simon Pietro: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna e noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio».

Riflessioni

“Volete andarvene anche voi?”.
Ogni volta che leggo questa domanda di Gesù e la faccio diventare preghiera, mi sento un po’ come trafiggere il cuore perché è come se mi dicesse: Ti importa che io ti ami?
Mi sento un po’ come trafiggere il cuore perché è come se Gesù mi dicesse: tu fai quello che vuoi, puoi anche andartene se vuoi, però che io ti ami è una realtà definitiva, è una cosa certa per sempre.
Mi sento un po’ trafiggere il cuore perché è come se Gesù mi dicesse: questo mio amore per te puoi considerarlo come qualcosa di folle oppure puoi crederci e viverlo.
Grazie, Signore, perché oggi – come ogni giorno – tu non mi chiedi di fare chissà che cosa per meritarmi il tuo amore, ma mi inviti semplicemente a lasciarmi trovare dal tuo amore premuroso e un po’ folle perché non viene meno neanche quando io mi dimentico di te!

Puoi sostenere Radio Mater tramite il 5 per mille o un'offerta volontaria.