Puoi sostenere Radio Mater tramite il 5 per mille o un'offerta volontaria.

La buona giornata

La Mamma!

 

Il Vangelo del giorno a cura di don Vittorio Marelli

don Vittorio Marelli, sacerdote della Parrocchia dell’Annunciazione a Milano Affori:

Riflessioni al Vangelo del giorno secondo la liturgia ambrosiana

 

 

Martedì 23/05/2017

Vangelo - (Gv 14,1-6)

 Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: «Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore. Se no, vi avrei mai detto: “Vado a prepararvi un posto”? Quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, verrò di nuovo e vi prenderò con me, perché dove sono io siate anche voi. E del luogo dove io vado, conoscete la via».

Gli disse Tommaso: «Signore, non sappiamo dove vai; come possiamo conoscere la via?». Gli disse Gesù: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me».

 

Riflessioni

Gesù sa bene che c’è un’ultima paura da vincere nel cuore degli apostoli: quella della morte.
Ed è bellissimo come Gesù parla loro di questo grande mistero: “Vado a prepararvi un posto, torno, vi prendo e vi porto con me”..
Gesù con un linguaggio colmo di amore e tenerezza li rincuora, dicendo loro che in quel momento non saranno soli ma ci sarà lui accanto a loro..
Come nella notte del mare in tempesta, come nella parabola della casa sulla roccia, come a Betania al sepolcro di Lazzaro, Gesù ricorda ai Dodici che il segreto per affrontare le fatiche della vita è quello di stringersi a Lui..
È quello di camminare dietro a Lui, con Lui. Sta a noi, ogni giorno, cercare di accogliere Gesù come l’unica via: tra le tante vie che ci vengono proposte, forse più comode e ammalianti, vie più semplici e meno impegnative, scegliamo Lui vera via che ci conduce al Padre.
Scegliamo Lui l’unico che può darci la vita eterna. Quella vita vera, la vita piena: piena su questa terra, se la riempiremo del suo amore, piena nell’eternità quando il suo Amore ci riempirà.

 

Puoi sostenere Radio Mater tramite il 5 per mille o un'offerta volontaria.